Dalle profondità
16156
portfolio_page-template-default,single,single-portfolio_page,postid-16156,bridge-core-2.0.8,ajax_fade,page_not_loaded,,qode-title-hidden,qode-theme-ver-19.5,qode-theme-bridge,disabled_footer_bottom,qode_header_in_grid,wpb-js-composer js-comp-ver-6.1,vc_responsive

About This Project

Entro. Mi immergo, nei bui luminosi che saziano l’anima. Riemergo, rinvigorita dalla verità dell’esistenza. Resto. Presente, legata alla vita, legata al mio dentro, per non sprofondare.


I go in. I dive, in the bright blinds that satiate the soul. I resurface, invigorated by truth and existence. I stay. Present, tied to life, tied to my inside, to not sink.


2018   PREMIO MARCO NOCCHIA – III FESTIVAL DELL’ARTE FIGURATIVA E DELL’IPERREALISMO – menzione speciale, Cittadella della musica E.Morricone, Civitavecchia, Roma

2017   I DAUNI Concorso Internazionale d’Arte – premio Caran D’Ache, S.Giovanni Cattedrale, Vieste, Foggia


 

Dalle oscure profondità del crepuscolo abbaglia il volto affascinante di una giovane fanciulla che varca la soglia del risveglio della coscienza. Dallo stato onirico al caos del mondo una piccola, preziose luce, fragile a volte ma sempre presente diventa ancora di salvezza, per non lasciarsi soffocare dalle catene, per non lasciarsi trascinare nel baratro. Il dittico trova un modo per manifestare gli intricati meandri di cui è composto l’animo umano, in sottile equilibrio tra ragione e alienazione. Pretendo di essere diretta nel manifestare un sentire moderno di battaglia intrinseca. Tra il ruggito della follia e la voce della coscienza racconto della capacità di saper discernere e della volontà di mantenere saldi i confini della saggezza. Il bianco e nero conferiscono un alone di mistero degno della dimensione interiore dove tutto non può essere completamente svelato. Mentre il volto femminile continua ad attirare a sé in un flusso continuo, uno stream of consciousness di trame emotive che avvolgono l’animo generando una successione che accompagna lo spettatore in uno spazio coperto da eterea aura.

Massimiliano Porro,
docente di Storia dell’Arte presso il Liceo artistico Luini di Cantù, docente di Storia dell’Arte Medievale e Moderna presso l’Accademia di Belle Arti Aldo Galli di Como, critico d’arte della Fondazione Michele CEA.

.

From the dark depths of dusk the charming face of a young lady dazzles, she crosses the threshold of conscience awakening. From dream state to the chaotic world a little, precious light, fragile at times but always present, becomes a lifeline, to not let yourself suffocate from chains, to not let yourself drag into the abyss. The diptych finds a way to show the intricate meanders of the human spirit, in a fine balance between mind and alienation. I claim to be straight in expressing a modern feeling of intrinsic fight. Between the madness roaring and the voice of conscience I talk about the capacity of discern and being willing to hold on wisdom boundaries. The monochrome gives an aura of mystery worth of the inner dimension where everything cannot be fully revealed. Meantime the feminine face keeps attracting in a continuous flow, a stream of consciousness made of emotional textures enveloping the spirit and creating a succession that guides the spectator in a space covered by ethereal aura.

Massimiliano Porro

 

Title

Dalle profondità

Size

dittico cm 33 x 45 x 1.9 * 2

Technic

Mista: grafite, stucco, acquerelli liquidi, acrilici, matite col.b/n, pastelli morbidi | Carta su legno - Mixed media: graphite, plaster, liquid watercolors, acrylics, b/w pencils, soft pastels | Paper on wood

Status

Disponibile - Available

Price

€ 1.100

Date
Category
Drawings